Navigazione veloce

Certificazione Cils

Che cosa è la Cils?

La CILS – Certificazione di Italiano come Lingua Straniera – è un titolo di studio che attesta il grado di competenza linguistico-comunicativa in italiano come L2. Essa è rilasciata dall’Università per Stranieri di Siena ed è ufficialmente riconosciuta dallo Stato italiano.

Chi può sostenere l’esame?

Tutti i cittadini stranieri e i cittadini italiani residenti all’estero, interessati a certificare le proprie competenze in lingua italiana.

A che cosa serve?

È un titolo spendibile sia nell’ambito dell’istruzione e della formazione che in campo lavorativo. Il Ministero dell’Università e della Ricerca, infatti, riconosce la CILS come certificato per l’ammissione degli studenti stranieri alle Università italiane. In riferimento all’ autonomia universitaria, tale Certificazione costituisce inoltre un punteggio nella graduatoria derivante dagli esami di ammissione presso i singoli Atenei. Molte aziende italiane e straniere riconoscono il valore dei certificati CILS ai fini dell’instaurazione di rapporti di lavoro. Il livello A2 integrazione in Italia, inoltre, permette ad un cittadino straniero di avere il permesso di lungo soggiorno.

Livelli :

Livelli QCER Livelli CILS
Apprendente basico A1 CILS A1

Modulo Bambini

Modulo Adolescenti

Modulo per l’Integrazione in Italia

Modulo Adulti

A2 CILS A2

 

Modulo Bambini

Modulo Adolescenti

Modulo per l’Integrazione in Italia

Modulo Adulti

Apprendente

Indipendente,

Autonomo

B1 CILS UNO – B1

CILS UNO-B1 ADOLESCENTI

B2 CILS DUE – B2
CILS – EC
Apprendente

competente

C1 CILS TRE – C1
C2 CILS QUATTRO – C2
CILS – DIT C2

 

Sulla base delle indicazioni del Quadro Comune Europeo di Riferimento del Consiglio d’Europa, il sistema di Certificazione CILS è strutturato in sei livelli di competenza linguistico-comunicativa. Poiché ciascuno di essi è autonomo e completo, ogni candidato può decidere di sostenere l’esame corrispondente a un livello, pur non avendo ottenuto la certificazione per quello antecedente.

I Livelli A1 e A2 hanno una struttura modulare, differenziata per tipo di pubblico, per garantire la spendibilità della competenza in determinati contesti d’uso della lingua. Sono stati attivati i moduli per il pubblico degli stranieri in Italia, per gli stranieri all’estero, per bambini e adolescenti che vivono in Italia o all’estero.

  • Livello A1: è quello di avvio del processo di apprendimento dell’italiano.
  • Livello A2: attesta una competenza iniziale, in via di formazione, ma non ancora del tutto autonoma dal punto di vista comunicativo.
  • Livello UNO – B1: è il livello di base della competenza. Verifica le capacità linguistico-comunicative necessarie per usare la lingua italiana con autonomia e in modo adeguato nelle situazioni più frequenti della vita quotidiana.
  • Livello DUE – B2: è il livello intermedio della competenza linguistico-comunicativa. Prevede una maggiore capacità di uso di elementi dell’area fondamentale della lingua e permette di gestire una maggiore varietà di situazioni, sempre tipiche della vita quotidiana. Chi possiede questo livello è in grado di comunicare efficacemente durante un soggiorno in Italia per motivi di studio o per motivi di lavoro. Il possesso di questo certificato consente ad uno straniero di iscriversi nelle università italiane senza dover sostenere la prova di conoscenza della lingua italiana.
  • Livello TRE – C1: è il livello superiore della competenza linguistico-comunicativa. Prevede un ampliamento dell’area degli usi linguistici e dei contesti di comunicazione. Permette di comunicare non solo in situazioni tipiche della vita quotidiana, ma anche nei rapporti formali di tipo pubblico e nei rapporti di lavoro.
  • Livello QUATTRO – C2: è il livello avanzato della competenza linguistico-comunicativa. Prevede un ulteriore ampliamento degli usi linguistici e la reale capacità del candidato di dominare una vasta gamma di situazioni comunicative. Permette di interagire non solo in tutte le situazioni informali e formali di comunicazione, ma anche in quelle professionali.
  • Condividi questo post su Facebook

Non è possibile inserire commenti.